#buonconsiglioadomicilio. Francesca de Gramatica ci racconta la mostra dedicata all’arte grafica di Rembrandt ospitata a Castel Caldes, parte della collezione di stampe Lazzari-Turco-Menz conservata al castello del Buonconsiglio (Tn)

Il manifesto annuncia la mostra su Rembrandt a Castel Caldes (Tn) (foto Provincia Tn)

Il consueto appuntamento con i video #buonconsiglioadomicilio ci introduce alla mostra “REMBRANDT Le stampe del grande artista olandese a Castel Caldes” allestita a Castel Caldes (Tn) fino al 1° novembre 2020 e dedicata all’opera incisoria di Rembrandt. La curatrice Francesca de Gramatica, responsabile storico-artistica del castello, ci svela il genio grafico del grande artista olandese. Immagini, montaggio e regia a cura di Alessandro Ferrini.

“Questa mostra dedicata a Rembrandt”, spiega Francesca de Gramatica, “nasce come valorizzazione di una importante collezione di stampe conservata al castello del Buonconsiglio dal 1924, donata da Raffaello Lazzari musicista e marito di Giulia Turco Turcati. La collezione è composta da circa un migliaio di stampe e tra queste stampe un nucleo molto importante è formato da incisioni di Rembrandt. Il collezionista originario che ha radunato questa importante collezione era Karl Paul Menz che fu un importante funzionario prima della legazione austriaca a Napoli nel primo Ottocento, successivamente a Milano dal 1833 e fino alla morte nel 1847. Una collezione, quindi, nata in anni molto particolari, molto densi di avvenimenti. E lo possiamo proprio anche capire dalla scelta che è stata fatta da Menz perché oltre alle stampe di Rembrandt vi sono bellissimi esemplari di incisori fiamminghi, olandesi ancora, tedeschi, tra i quali Dürer e Luca da Leida”. Tra i pezzi più importanti della mostra sicuramente gli autoritratti di Rembrandt. “Qui abbiamo tre esemplari: il suo con la testa girata in penombra, l’autoritratto mentre disegna con una finestra sullo sfondo, e questo bellissimo con la moglie Saskia, figlia di un famoso ricco mercante d’arte che Rembrandt sposa nel 1634 ad Amsterdam”.

Particolare di un’incisione di Rembrandt esposta nella mostra a Castel Caldes (foto Buonconsiglio)

Rembrandt fu un grande pittore e, in questa mostra, lo scopriamo anche come incisore talentuoso. Quali tecniche utilizzava? “Rembrandt – continua de Gramatica – è stato conosciuto proprio soprattutto come grande incisore. Adottò in particolare l’acquaforte e la punta secca, e quindi qui possiamo veramente ammirare e capire la modalità del suo lavoro. Utilizzava la lastra di rame quasi fosse un block notes sul quale lui segnava i suoi disegni che poi ripassava e rinforzava con la tecnica della punta secca. Ecco quindi che abbiamo questi segni morbidi ma anche questi forti chiaroscuri: quindi adotta veramente delle tecniche straordinarie che saranno studiate e acquisite da generazioni di artisti italiani ma anche olandesi”.

Tag:, , , , , , , , ,

Una risposta a “#buonconsiglioadomicilio. Francesca de Gramatica ci racconta la mostra dedicata all’arte grafica di Rembrandt ospitata a Castel Caldes, parte della collezione di stampe Lazzari-Turco-Menz conservata al castello del Buonconsiglio (Tn)”

  1. Italina Bacciga dice :

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: