Orvieto. Come mangiavano gli antichi Etruschi? Appuntamento alla necropoli etrusca di Crocifisso del tufo per la presentazione del libro “A tavola con gli Etruschi” di Giorgio Franchetti e degustazione di piatti “all’etrusca” con l’archeocuoca Cristina Conte e del vino “etrusco” di Francesco Mondini, premio Unesco

orvieto_necropoli-crocificco-del-tufo_a-tavaola-con-gli-etruschi_degustazioni-e-libro_locandinaCome mangiavano gli Etruschi? In mancanza di una letteratura etrusca, è possibile ricostruire le loro abitudini a tavola partendo dalle fonti latine e greche, dai pochissimi reperti, dalle immagini dell’iconografia funeraria e dai servizi da tavola a corredo delle sepolture? Quanto possiamo affidarci alle pitture funerarie? Illustrano eventi reali o sono una rappresentazione simbolica dell’oltremondo? Se vogliamo saperne di più non si può perdere la presentazione del saggio “A tavola con gli Etruschi” a cura del divulgatore storico Giorgio Franchetti. Un viaggio nel passato per conoscere gli antichissimi Rasenna osservandoli da un punto di vista inedito: quello del rapporto che ebbero con il cibo. Appuntamento domenica 21 agosto 2022, alle 21.30, alla necropoli etrusca di Crocifisso del Tufo di Orvieto. Con l’autore interverranno Lara Anniboletti, direttrice del museo Archeologico nazionale di Orvieto e della necropoli etrusca di Crociffiso del Tufo e Cristina Conte, archeocuoca.

Archeocuoca_Cristina_Conte

L’archeocuoca Cristina Conte

“È sempre una grande emozione”, dichiara Franchetti, “mettermi al comando di questa macchina del tempo virtuale e mettere le lancette dell’orologio indietro quasi 30 secoli. Prenderemo per mano idealmente il pubblico e lo condurremo a ritroso nel tempo, entrando nella vita quotidiana degli Etruschi per comprendere il rapporto che ebbero con il cibo”. Ma attenzione, se si ha tempo, non è proprio da perdere l’anteprima alla presentazione del libro. Un’ora prima, infatti, alle 20.30, sarà allestita una degustazione di pietanze “all’etrusca” elaborate proprio da Cristina Conte, che ha collaborato al libro curando la sezione delle ricette.

Francesco-Mondini-Nerum-vino-etrusco

Francesco Mondini produce il “Nerum” etrusco

Sarà anche possibile degustare il vino “etrusco” prodotto da Francesco Mondini, in anfora sotterrata, processo che gli è valso un premio dell’UNESCO. “Coinvolgendo storici, archeologi, dottori in agraria, geologi, mastri cocciai”, spiega Mondini, “siamo arrivati nel 2014 ad avere un prodotto di eccellente qualità, perfetto nei suoi equilibri e soprattutto totalmente naturale senza aggiunta di sostanze chimiche, una autentica spremuta di uva, naturale come la terra ci dona. Oggi abbiamo l’onore di presentarvi il primo vino al mondo biologico vinificato in orci di terracotta, completamente interrati, con il metodo Mondini”. Ingresso libero e degustazioni gratuite con prenotazioni al numero: 0763 341039. Mail: drm-umb.necropoliorvieto@cultura.gov.it.

libro_a-tavola-con-gli-etruschi_copertina

Copertina del libro “A tavola con gli Etruschi” di Giorgio Franchetti (Edizioni Efesto)

A tavola con gli etruschi (2022, edizioni Efesto). Questo libro si propone di far conoscere meglio la cultura etrusca seguendo un filo particolare: quello del cibo. Le fonti romane fanno menzione di cibi e prodotti dell’agricoltura quanto dell’allevamento etrusco, così come dei cereali e dei formaggi, ma certamente questi autori vissero e scrissero quando praticamente gli Etruschi erano un popolo ormai da tempo assimilato nel tessuto sociale romano. Il cibo etrusco è giunto a noi in due versioni: quella dipinta, presente nell’iconografia funeraria, e i resti concreti rinvenuti in contesti di vario genere e studiati in archeobotanica. Quanto si è voluto rappresentare il vero e quanto invece va interpretato come un’immagine carica di simbolismo “altro”, lontano dal reale e posta nell’immaginario dell’oltremondo? L’autore propone una rilettura dell’evoluzione dell’immagine del banchetto, partendo dalle tombe più antiche e arrivando fino alla dominazione romana. Nel libro vengono anche proposte delle ricette per mangiare “all’etrusca”.

arezzo_Azienda Miriam Tarazona_Primo Premio UNESCO_la Fabbrica nel Paesaggio 2019_attestato

Attestato Unesco del premio “La fabbrica del paesaggio” all’azienda agricola Tarazona Miriam di Arezzo

“Francesco Mondini ha inseguito per più di vent’anni un sogno: ricreare nella sua terra, la terra degli Etruschi nell’Aretino, il modo in cui i nostri illustri progenitori producevano il vino”, scrive Luigina Besi, presidente Unesco Arezzo che ne ha sostenuto la candidatura. “Con l’aiuto di archeologi e basandosi sulle conoscenze della viticoltura tramandate dal padre e dal nonno ha abbellito le sue colline riprendendo l’uso atavico di alternare filari di viti e filari di ulivi scavando dolcemente il suolo per interrare gli orci artigianali, di terracotta. Chi vede la sua opera se ne innamora. Il riconoscimento dell’Unesco premia la tutela, anzi il miglioramento del paesaggio naturale e culturale, nel rispetto delle vocazioni territoriali, dimostrando la capacità di costruire un modo colto e al tempo stesso produttivo il proprio luogo di lavoro, un paesaggio al tempo stesso poetico e ricco di memoria”.

Tag:, , , , , , , ,

Una risposta a “Orvieto. Come mangiavano gli antichi Etruschi? Appuntamento alla necropoli etrusca di Crocifisso del tufo per la presentazione del libro “A tavola con gli Etruschi” di Giorgio Franchetti e degustazione di piatti “all’etrusca” con l’archeocuoca Cristina Conte e del vino “etrusco” di Francesco Mondini, premio Unesco

  1. Italina Bacciga dice :

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: