Villaggio protostorico perifluviale di Longola (Poggiomarino): al via il restauro della piroga che sarà esposta al Centro Musa (Musei delle Scienze Agrarie) nella Reggia di Portici. Progetto del parco archeologico di Pompei, Centro Musa e università Federico II di Napoli

La piroga di Longola al momento dello scavo nel villaggio protostorico perifluviale nel Comune di Poggiomarino (foto parco archeologico pompei)
dav

La piroga in un unico tronco dall’abitato protostorico di Longola (foto Graziano Tavan)

dav

Ruota in legno dal sito dell’età del Ferro di Longola di Poggiomarino (foto Graziano Tavan)

Un anno di lavoro per restaurare la piroga di Longola, uno dei reperti lignei più importanti provenienti dal villaggio protostorico perifluviale nel comune di Poggiomarino. Le attività di restauro sono partite l’8 marzo 2022 nell’ambito di un accordo tra il Parco Archeologico di Pompei, il Centro MUSA (Musei delle Scienze Agrarie) e il Dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli Federico II, finalizzato al progetto di valorizzazione e conservazione dei reperti lignei e della piroga provenienti dal sito di Longola. L’accordo prevede anche l’allestimento museografico dei reperti del sito nelle Sale Stuccate del Piano Nobile della Reggia di Portici, in corso di restauro architettonico e destinate all’allestimento degli spazi espositivi definitivi del MUSA. La piroga di Longola si configura come reperto unico, così come gli altri numerosi reperti lignei recuperati dal sito, in quanto l’acqua che ha sempre caratterizzato la vita del villaggio, ha consentito la straordinaria conservazione di questi materiali deperibili delle abitazioni e delle infrastrutture, costituendo un eccezionale dossier per indagini dendrocronologiche, archeobotaniche e archeozoologiche. Il complesso lavoro di restauro della piroga, a cura di restauratori specializzati nel restauro del legno, durerà circa un anno. Tale straordinario reperto si configurerà come il fulcro di una esposizione scientifico -didattica, finalizzata a garantire la più ampia conoscenza e fruizione di tali beni da parte della comunità. All’interno del percorso museografico multidisciplinare, in allestimento, una sala sarà dedicata specificamente all’archeobotanica, scienza di cui verranno esemplificati i vari topic, fra cui le tecniche archeologiche, quelle di restauro, di determinazione dell’anatomia del legno, storia dell’agricoltura e landscape archeology. ​

Tag:, , , , ,

Una risposta a “Villaggio protostorico perifluviale di Longola (Poggiomarino): al via il restauro della piroga che sarà esposta al Centro Musa (Musei delle Scienze Agrarie) nella Reggia di Portici. Progetto del parco archeologico di Pompei, Centro Musa e università Federico II di Napoli”

  1. Italina Bacciga dice :

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: