Rovereto: 12 agosto, non solo stelle cadenti. L’Osservatorio astronomico di Monte Zugna apre al pubblico per una giornata speciale di osservazioni e attività a tema legate non solo all’astronomia ma a tutte le sezioni del museo

L’Osservatorio astronomico di monte Zugna, sopra Rovereto (Tn) (foto fmcr)

“Non solo stelle cadenti” è l’immancabile appuntamento che ogni anno la Fondazione Museo Civico di Rovereto propone il 12 agosto, quando si verifica il picco dello sciame meteoritico delle Perseidi, che comprende anche la famosa notte di San Lorenzo celebrata dal poeta Giovanni Pascoli. L’Osservatorio astronomico di Monte Zugna apre al pubblico per una giornata speciale di osservazioni e attività a tema legate non solo all’astronomia ma a tutte le sezioni del museo. Nel pomeriggio attività e laboratori per famiglie in compagnia degli esperti naturalisti del museo. In serata osservazione astronomica. Prenotazione obbligatoria entro 24 ore prima dell’inizio dell’attività. Sono previsti turni con posti limitati. Il museo garantisce la visita in sicurezza nel rispetto delle normative legate all’emergenza Covid-19. Per l’attività pomeridiana all’interno dell’Osservatorio e per tutte le attività del programma serale, a partire dalle 21.30, è obbligatorio esibire il Green Pass corredato da un valido documento di identità, ad esclusione di bambini/e di età inferiore ai 12 anni. La partecipazione è gratuita. Info e prenotazioni: tel. 0464 452800, museo@fondazionemcr.it.

Programma 12 agosto 2021: pomeriggio. Inizio alle 15, turni alle 15, 15.30, 16, 16.30, 17 e 17.30 con termine alle 18 (eccetto Astronomia a cura degli studenti in PCTO: inizio alle 15, turni alle 15, 16 e 17 con termine alle 18). ARCHEOLOGIA: “Argilla, pietra, legno: una preistoria sostenibile”. Anche migliaia di anni fa c’era il problema dell’inquinamento e dei rifiuti? Partendo da una riflessione sul rapporto che i nostri antenati avevano con la natura, i partecipanti potranno sperimentare una tecnica antica per dare forma a un contenitore in argilla. BOTANICA: “La vita di prateria sott’acqua”. Un viaggio attraverso i più fragili ecosistemi marini delle coste italiane, che fungono da asilo nido per specie di vertebrati e invertebrati, proteggono le coste dall’erosione ed erogano servizi ecosistemici. SCIENZE DELLA TERRA: “L’acqua virtuale”. Si stima che ogni giorno consumiamo in media circa 4000 litri di acqua ciascuno. Di tutta quest’acqua, solo il 4% circa lo impieghiamo per dissetarci e lavarci oppure per cucinare e pulire. E tutto il resto? Scopriamo insieme dove si nasconde tutta l’acqua che consumiamo. METEOROLOGIA: “Il maltempo aguzza l’ingegno”. La frequenza e l’intensità con cui si manifestano gli eventi meteorologici estremi, negli ultimi anni, rappresentano l’indizio più allarmante del cambiamento climatico in atto. Tuttavia, un vecchio detto dice: “non esiste il cattivo tempo, esiste solo il cattivo equipaggiamento”. Impariamo ad adottare comportamenti responsabili sia per adattarci agli episodi di maltempo, sia per contrastare, nel nostro piccolo, l’aggravarsi della crisi climatica. ROBOTICA: “Alla scoperta del robot Lego(R) SPIKE Prime”. I ragazzi avranno la possibilità di usare il nuovissimo kit Lego(R) SPIKE Prime. La programmazione del robot avverrà con un linguaggio di programmazione detto a “blocchi parole” che permette in modo molto intuitivo e semplificato la programmazione di SPIKE. Oltre a semplici movimenti i ragazzi proveranno ad interfacciare un sensore tra quelli disponibili, ovvero quello di distanza, luce o contatto/forza. ZOOLOGIA: “Efficienza energetica”. Se dovessimo classificare gli animali selvatici, in quale classe li potremmo far ricadere? Vediamo qualche esempio e ragioniamo su come cercano di adattarsi all’ambiente e al cambiamento climatico. ASTRONOMIA, a cura degli studenti in PCTO: “Spazio sostenibile”. Come si fa ad essere sostenibili nello spazio? Come funzionano le missioni spaziali, umane e non con la gestione delle risorse energetiche e dei consumi? Scoprilo con gli studenti in stage con l’Area Astronomia della Fondazione MCR, nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PTCO). ASTRONOMIA: “A un passo dal cielo”. Scopriremo i segreti del Sole, quelli del Sistema Solare e delle altre stelle, insieme agli esperti dell’Area Astronomia, grazie anche all’osservazione del nostro astro con l’uso della strumentazione dell’Osservatorio Astronomico di Monte Zugna.

Programma 12 agosto 2021: sera. Inizio alle 21.30, turni alle 21.30, 22.30, 23.30. ASTRONOMIA: “Magia notturna”. Diverse postazioni di osservazione astronomica assieme alle spiegazioni degli esperti dell’Area Astronomia accompagneranno alla scoperta del cielo notturno, per godere appieno dello spettacolo delle Perseidi, lo sciame di meteore più forte dell’estate.

Tag:, , ,

Una risposta a “Rovereto: 12 agosto, non solo stelle cadenti. L’Osservatorio astronomico di Monte Zugna apre al pubblico per una giornata speciale di osservazioni e attività a tema legate non solo all’astronomia ma a tutte le sezioni del museo”

  1. Italina Bacciga dice :

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: