Archivio tag | museo Archeologico della Città di Vercelli "Luigi Bruzza"

Vercelli. Oltre Confine Onlus propone un tour on line tra le sale del museo Archeologico “Luigi Bruzza” (chiuso per emergenza sanitaria) su “Vercelli Romana, Vercelli città d’acqua” con l’archeologa Francesca Rebajoli

Il museo Archeologico della Città di Vercelli “Luigi Bruzza” (Mac) è chiuso per l’emergenza sanitaria. Ma giovedì 21 gennaio 2021 ci sarà un’eccezione: in collaborazione proprio col Mac, Oltre Confine Onlus promuove, alle 17.30, un Tour online su “Vercelli Romana, Vercelli città d’acqua”. L’approfondimento culturale sarà tenuto dall’archeologa Francesca Rebajoli, dei Servizi educativi del museo Archeologico vercellese e del museo Leone di Vercelli. La prenotazione è obbligatoria al link: https://forms.gle/GaNmFx9JTpcAKBFj8. Per informazioni: visiteguidate@vieniapavia.it / 3755709240. Contributo minimo di 7 euro tramite bonifico: IT58Z0306909606100000130301 – OLTRE CONFINE SCS ONLUS

L’allestimento, con supporti multimediali, del museo Archeologico della Città di Vercelli “Luigi Bruzza” (foto Mac – Oltre Confine)
vercelli_museo-archeologico_ingresso_foto-mac

L’ingresso del museo Archeologico della Città di Vercelli “Luigi Bruzza” (foto Mac)

Il museo Archeologico Città di Vercelli, intitolato al padre barnabita Luigi Bruzza, illustre studioso che si dedicò alla storia e all’archeologia vercellese, è ubicato nella cosiddetta “manica medioevale” dell’ex monastero di S. Chiara, che si affaccia su un ampio piazzale che ne costituiva il chiostro. Il museo raccoglie una collezione archeologica che consta di oltre seicento reperti, rinvenuti durante le campagne di scavo effettuate in ambito cittadino negli ultimi 30-40 anni, ed illustra la storia dell’antica Vercellae secondo un percorso articolato in sette sale tematiche organizzate in ordine cronologico. Il Vercellese era caratterizzato anche nell’antichità da un’abbondante presenza di acque che sicuramente contribuirono alla crescita della città e alla definizione del territorio. Vercellae era, come tutte le città romane, dotata di grandi edifici pubblici tra i quali conosciamo le monumentali terme pubbliche che certo dovevano sfruttare la ricchezza di risorse idriche. Il municipio romano inoltre si inserisce in un territorio sicuramente strategico da un punto di vista delle vie di comunicazione, terrestri ma soprattutto fluviali. Il ritrovamento di strutture murarie imponenti pertinenti al porto-canale dell’antica città ha inoltre permesso di rileggere e interpretare al meglio le testimonianze emerse nel settore meridionale della città, che ad oggi si può ipotizzare fungesse da zona artigianale ospitando attività manifatturiere di varia natura. Il museo a causa dell’emergenza sanitaria in corso è attualmente chiuso ma è possibile rimanere aggiornati sulle attività proposte seguendo la pagina Facebook MAC-Museo Archeologico Città di Vercelli.